1975/1976, il calciomercato (seconda parte): Marmo/Chiarenza tandem delusione

Le operazioni più importanti in realtà avvengono nel mercato di riparazione di ottobre quando si decide di cambiare le due punte, Musiello va in prestito all’Avellino rimanendo sempre in comproprietà tra noi e la Juventus, Rizzati torna al suo Parma.
Al loro posto arrivano dal Brindisi Marmo e Chiarenza, il primo aveva fatto bene l’anno prima, il secondo non moltissimo, qui invece il rendimento di entrambi sarà un problema, oltretutto Marmo sarà uno dei tantissimi infortunati di questa incredibile stagione.

Leggi tutto

1975/1976, il calciomercato (prima parte): Cabrini atalantino

E’ l’ultimo mercato di Brolis come direttore sportivo (carica che oltretutto ricopre a metà tra Atalanta e Cremonese), paradossalmente in questa veste gestisce l’operazione di un diciottenne Cabrini che ha fatto benissimo l’anno precedente in grigiorosso in Serie C.
Cabrini arriva in comproprietà con la Juventus, insomma lo acquistiamo metà per uno, rimarrà a giocare un anno qui e poi andrà a Torino con tutto quello che ne seguirà, certo il nostro bilancio l’anno successivo ringrazierà, un introito che contribuirà non poco alla costruzione della squadra promozione.

Leggi tutto

la copia dei contenuti è disabilitata. rivolgersi all'amministratore