Atalanta-Ascoli 0-0

La punizione di Magrin parata dal bergamasco Corti

3 marzo 1985 21a Serie A 84/85

E’ il quinto pareggio consecutivo, abbiamo molti assenti, mancano Piotti Magnocavallo e Pacione, giocano per forza Malizia in porta (nemmeno lui nelle migliori condizioni per dolori lombari, rimesso in piedi da un’iniezione pochi minuti prima del via) e Larsson dall’inizio per la prima volta in campionato.

Larsson in area ascolana, dietro di lui Fattori

Abbiamo occasioni ma il portiere ascolano Corti, bergamasco di Treviglio, para tutto, nel finale è bravo Malizia in uscita proprio sul futuro idolo Cantarutti.

Ancora Corti devia su Vella

La partita è soprattutto nota per esser l’esordio all’Atalanta di Alessandro “Lissa” Pezzotta.

A tre dal termine Malizia fa l’unica parata (ma decisiva) sul futuro idolo Cantarutti…a occhi chiusi oltretutto