Atalanta-Lecce 3-1

Il gol di Fanna

5 giugno 1977 36a Serie B 76/77

Terzultima di campionato, possiamo solo vincere per rimanere in corsa per la A, il Lecce (con la coccarda tricolore di vincitore della Coppa Italia di Serie C dell’anno prima) si impegna alla morte come è anche giusto ma la settimana è stata piena di polemiche.
La domenica precedente, mentre noi perdevamo a Vicenza il Lecce aveva ceduto in casa al Pescara (sua unica sconfitta casalinga in tutto il campionato), in settimana sempre i giallorossi avevano saltato la prevista partita di Coppa Italia con il Vicenza per divergenze con il loro presidente sui premi partita arrivando così perfettamente riposati a Bergamo.
Insomma la gara è stata caricata e nel primo tempo tutta la tensione si trasferisce sul campo, noi attacchiamo e creiamo ma non passiamo, in compenso sull’unica azione passa il Lecce alla mezzora, sul Comunale scende il gelo, il sogno promozione pare svanire.
Negli ultimi due minuti del primo tempo però cambia tutto, i giallorossi rimangono in dieci per un’espulsione, a forza di dare calci prima o poi qualcuno al secondo giallo arriva, allo scadere Mastropasqua si avventura in area avversaria e si procura un rigore peraltro netto, dopo l’errore di Piga a Vicenza c’è un pò di paura ma c’è Gusto Scala che manda la palla a sinistra e il portiere a destra, andiamo al riposo in parità e abbiamo un tempo per vincere con un uomo in più.

Il rigore di Scala

Nella ripresa l’assedio è totale, creiamo tantissimo ma ci vuole un’invenzione di Fanna a mezzora dal termine, il rasoterra del biondino è imprendibile, è il gol che fa esplodere il Comunale.
Passano pochi minuti e il gol della sicurezza è di Scala con un gran esterno al volo dal limite, è un rasoterra che dalla Nord vediamo da lontano insaccarsi a fil di palo con il portiere che pare rincorrere il pallone.

Il secondo gol di Scala

A questo punto la partita è vinta e lo spavento passato, il pubblico applaude ora è facile però, nel primo tempo sullo 0-0 e sullo 0-1 lo stadio era silenzioso, solo la Nord ha incitato in modo addirittura commovente, ricordo bene il terrificante casino essendoci in mezzo.
E’ stato talmente determinante l’apporto della Nord, in pratica di Commandos, Ultras e delle neonate Brigate che il giorno dopo la stampa locale, per la primissima volta, lo rileva in addirittura due distinti articoli.

I “cosiddetti” ultras…
…qui addirittura citati per nome dal grande Arzano
Augusto Scala cinque gol nella Serie B 76/77
Pierino Fanna cinque gol nella Serie B 76/77