Atalanta-Malines 1-2

Ameri, Ciotti e Luzzi tutti a Bergamo, uno fa la radiocronaca, l’altro in Tribuna Stampa e Luzzi dietro la porta dei belgi, filmato ovviamente degli svizzeri

Stadio Comunale
20 aprile 1988
Semifinale partita di ritorno Coppa delle Coppe 87/88

Lo stadio è così pieno, ma così pieno, che, uscito dal lavoro sono entrato più di quattro ore prima (in realtà più che entrato dovrei dire arrampicato) in gradinata dove mi avevano “tenuto” un posto per quanto possibile (cioè uno spazio dove non ci sarebbe stato un foglio di carta).

In tv anche perché al Comunale non sarebbe potuta entrare una formica in più
Giopì e Margì con un serpentone nerazzurro, abbinamento curioso, osserva il Togni divertito

Della partita sappiamo ormai tutto, il vantaggio su rigore, la grande parata su Fortunato, il pareggio dei belgi con un tiro assurdo di un difensore che certo non aveva i piedi per farlo (ma lo fece), il rigore incredibile spostato fuori area dall’arbitro russo che ci avrebbe potuto portare ai supplementari, il rimbalzo maligno che inganna Piotti sul secondo gol e, almeno per non perdere la partita, Glenn, forse ormai demotivato, che non segna il facile gol del 2-2.

Dal serpentone escono le majorettes per ingannare la (luuunga) attesa
In Nord migliaia di bandiere
…sciarpe…
…bandieroni..
…molti bandieroni
Anche la Gradinata (per personale esperienza) è piena come non mai
Comincia a fare buio..
… la Nord si accende tutta…
…all’ingresso in campo
…la Nord va a fuoco
La formazione in campo, in alto da sinistra:
Garlini, Rossi, Stromberg, Fortunato, Gentile, Piotti
accosciati da sinistra:
Nicolini, Bonacina, Bonetti, Icardi, Barcella
Il rigore di Garlini
Fortunato stacca altissimo…
ma il prodigioso Preud’Homme tocca un dito (letteralmente) e riesce a mandarla sul palo, qui gira la qualificazione alla finale, sarebbe stato il 2-0
Il fondo della Gazzetta in prima pagina il giorno dopo
Oliviero Garlini tre gol nella Coppa delle Coppe 87/88