Brescia-Atalanta 1-1

Il gol di Garlini che esulta con Barcella

29 maggio 1988 35a Serie B 87/88

Mancano quattro partite al termine, dopo la grande cavalcata in Coppa delle Coppe siamo proprio al limite delle energie, a Brescia mancano molti titolari tra squalifiche e infortuni tanto che l’Eco titola sui “resti” dell’Atalanta e chi subentra per l’emergenza non la prende bene, così’ il lunedì lo stesso Eco cerca di rimediare “non ci sono titolari e riserve” e via dicendo.
L’importante è il campo e dopo cinque minuti Garlini devia in rete una botta di Bonacina da fuori, il gol ci permette di fare una partita difensiva, teniamo abbastanza bene anche per un salvataggio di Gentile sulla linea.

Prosegue l’esultanza di Oliviero bomber vero

Nella ripresa il futuro mister atalantino Giorgi mette Beccalossi a furor di popolo, Garlini viene fermato per un inesistente fuorigioco quando è ormai solo, entra pure il brasiliano Branco che propizia il pareggio con un tiro cross teso deviato in rete da Occhipinti.
Il pareggio va comunque bene anche se nel finale Stromberg viene atterrato in area proprio sotto il nostro settore e incredibilmente invece del rigore viene fischiato fallo allo svedese.
La partita finisce in parità, fuori per ricordo personale nulla o quasi accade la trasferta è comunque storica soprattutto per il mezzo di trasporto: infatti siamo circa tremila e quasi cinquecento in moto e motorino con un corteo che impiega quasi tre ore per arrivare a Brescia vista la velocità di crociera.

Oliviero Garlini diciassette gol nella Serie B 87/88