Canottieri Lecco-Atalanta 0-1

Giacomo Cornolti otto gol nella Seconda Divisione Nord Girone A 25/26

4 luglio 1926 20a Seconda Divisione Nord Girone A

Novantacinque anni fa è l’ultima di campionato, siamo reduci da cinque vittorie consecutive ma non basta ancora, dobbiamo passare sul lago di Como anzi dai Canottieri Lecco per tenere il vantaggio di un punto sull’U.S. Milanese, arrivare quarti e esser promossi in Prima Divisione (all’incirca come passare dalla Serie C alla Serie B).
In realtà poi i milanesi perderanno il derby con la Juventus Italia, altra squadra della periferia meneghina, ma non sapendolo è necessario vincere, oltre seicento bergamaschi seguono la squadra a Lecco.
Fa un caldo notevole, e i Canottieri sono rognosi, già all’andata ci avevano fermati in casa sul 3-3, e in riva al lago sono ovviamente più difficili da battere, ci vuole un tiro preciso del solito Giacomo “Zizì” Cornolti per battere il portiere locale.
Esplodono i seicento atalantini presenti, le cronache riportano un accompagnamento sonoro d’eccezione per l’epoca, urla scomposte, incitamenti e sirene d’automobile, probabilmente il massimo dell’hooliganismo per l’epoca.
Finisce la partita, trionfale il ritorno a Bergamo e alla sera grande banchetto della squadra al ristorante Concordia sul Sentierone, probabilmente in zona Nazionale o Balzer.
Dal balcone si affacciano giocatori, dirigenti e mister, qualche anno dopo comincerà a farlo pure uno a Roma ma le conseguenze saranno totalmente negative per la nazione intera.