Atalanta-Juventus 0-0

Un delle nostre tante occasioni in area bianconera, sullo sfondo la Sud inaugurata il mese prima con il Milan

27 aprile 1958 30a Serie A 57/58

Partita importantissima per entrambe, se la Juve vince è matematicamente campione con quattro giornate di anticipo sul termine del campionato, noi se vinciamo teniamo vive le speranze di salvezza o perlomeno di spareggiare con la seconda della Serie B.
Pare non esserci partita, in realtà è più o meno così solo che siamo noi a buttar via la vittoria sbagliando moltissimo, la Juve crea un solo e unico pericolo in tutta la partita e pure involontariamente, un lancio da trentacinque metri viene giudicato fuori dal nostro portiere Galbiati, in realtà prende il palo interno e va in braccio a Galbiati stesso che ringrazia.
Tutto qui, in compenso il portiere juventino e della Nazionale Mattrel deve lavorare molto, sbagliamo pure molte volte la porta con Longoni e Zavaglio bravo ma troppo giovane e inesperto.
Il migliore in campo però è Marchesi ammiratissimo dalla stampa torinese, insieme a Ronzon e all’argentino Conti si prodigano nel costruire quello che poi la nostra prima linea spreca, d’altra parte la nostra posizione in classifica una ragione ce l’ha.