Atalanta-Verona 2-2

Stadio Comunale
16 ottobre 1988
2a Serie A 88/89

Esordio casalingo dopo il furto di Napoli alla prima giornata, in realtà facciamo noi la partita ma non la vinciamo per due punizioni da lontano (anche molto lontano) che sorprendono Piotti.

Fumogenata nerazzurra per la prima casalinga

A Napoli aveva giocato Ferron al suo esordio in maglia atalantina per l’indisponibilità di Piotti, Ottorino riprende la titolarità ma la perde per queste due incertezze.

Il gol di Evair

Ferron diventa indiscusso titolare a ventitre anni, Piotti ne giocherà solo quattro in tutto il campionato e solo per l’indisponibilità di Fabrizio, rimarrà ancora una stagione come riserva poi andrà a fare il dodicesimo al Genoa per un anno prima di chiudere la carriera.

Il gol di Pasciullo

I nostri due gol sono di Evair che riprende una corta respinta del portiere su un gran tiro di Bonacina e di Pasciullo che finalizza una bella azione corale.

L’esultanza di Evair al suo primo gol in maglia atalantina

Il secondo gol veronese è del futuro atalantino Bortolazzi, del resto il Verona è pieno di ex e futuri atalantini, (ex sono Soldà e Pacione).

Caniggia esce mestamente espulso sotto quella che sarà la sua curva

Il più importante futuro atalantino in campo è Claudio Caniggia espulso per aver lanciato la palla verso l’arbitro dopo un’ammonizione per proteste, Contratto con la sua stretta marcatura l’aveva innervosito ben bene.

Aparecido Evair dieci gol nella Serie A 88/89
Luigino Pasciullo due gol nella Serie A 88/89