Atalanta-Banik Ostrava 8-2

Medaglietta commemorativa della partita

17 giugno 1962 6a Mitropa Cup 1962

Dopo cinque pareggi consecutivi alla sesta giornata, per citare i Monty Pyton, l’Atalanta propone ai propri tifosi “qualcosa di completamente diverso”, è l’ultima giornata del girone e dobbiamo vincere per andare in semifinale.
Se nelle partite precedenti era stato dato spazio a qualche riserva e qualche giovane i cecoslovacchi si trovano di fronte l’Atalanta titolare e vengono travolti da un ciclone, dopo quattro minuti siamo già 2-0, Nova e Da Costa, a metà frazione Domenghini poi accorciano gli ospiti ma prima di andare negli spogliatoi ancora Da Costa e Magistrelli, rifacendo i conti si va al riposo sul 5-1, partita e qualificazione sono al sicuro.
Il secondo tempo riprende all’insegna del “non si sa mai” e dopo un minuto Da Costa chiude il primo set, le acque si calmano, c’è un’ondata proprio a metà frazione quando nel giro di un minuto Magistrelli e Christensen partecipano alla festa, nel finale il secondo gol ospite, finisce 8-2.
Riassumendo Da Costa ha fatto tripletta e Magistrelli doppietta, questa rimane per lungo tempo l’unica nostra partita ufficiale con otto gol segnati fino allo 0-8 di Sarajevo, in campionato non ci siamo ancora arrivati, per ora siamo fermi ai sette gol segnati più volte.

Enrico Nova due gol nella Mitropa Cup 1962
Dino Da Costa sei gol nella Mitropa Cup 1962
Angelo Domenghini due gol nella Mitropa Cup 1962
Luciano Magistrelli tre gol nella Mitropa Cup 1962
Kurt Christensen tre gol nella Mitropa Cup 1962