Atalanta-Brescia 3-1

Atalanta 1936/1937 schierata a centrocampo dopo la partita con il Brescia, è la foto celebrativa della prima promozione in Serie A della nostra storia

Stadio Brumana
16 maggio 1937
30a Serie B

E’ la prima promozione in Serie A della nostra storia.
Sette giorni prima a Venezia è arrivata la certezza matematica, all’ultima giornata arriva il Brescia per festeggiare, in effetti la festa la facciamo a loro.
Il Brumana è pieno, bandiere, castagnole (i mortaretti dell’epoca) cartelli (i due aste dell’epoca), sono davvero tante anche le bandiere di piccole dimensioni, non così comune per l’epoca.
Una (futura) “bandiera” c’è anche in campo, Schiavi, e sigla una doppietta, giocherà in maglia atalantina fino al 1948.
La terza rete è di Barcella, un nembrese che non ha praticamente mai giocato, è la sua seconda presenza.
Barcella ricambia la fiducia (e la scelta di dare spazio a qualche riserva) con un gran gol da una ventina di metri e la festa prosegue, il Brescia fa il suo gol tra la generale noncuranza e finisce 3-1.
A fine partita è purtroppo obbligatorio per tutti i giocatori di tutte le squadre allinearsi a centrocampo per il saluto fascista, in questo caso scatta l’invasione di campo, i giocatori vengono issati sulle spalle dei tifosi e portati in giro.
Dietro la Tribuna Coperta partono i fuochi artificiali, alla sera c’è la cena ufficiale al Caffè Nazionale con autorità, stampa locale, squadra e dirigenza al gran completo.
Il campionato è finito e per la prima volta Bergamo conoscerà la Serie A.

Vittorio Schiavi tre gol nella Serie B 36/37
Giuseppe Barcella un gol nella Serie B 36/37