Atalanta-Como 0-0

Magistrelli si rende pericoloso nella nostra area marcato da Vavassori, l’anno successivo verrà proprio da noi per giocare la Serie A

9 maggio 1971 33a Serie B 70/71

Cinquanta anni fa, dopo due sconfitte consecutive in trasferta, la partita casalinga con il Como pare l’occasione buona per ripartire alla caccia della promozione invece arriva un deludente pareggio a reti bianche.
Il Como è una normale squadra di metà classifica, all’andata eravamo passati in riva al lago con uno spettacolare 1-4 ma ora il nostro momento è totalmente diverso.

In tutta la partita creiamo una sola grossa occasione a metà ripresa ma Leoncini tira addosso al portiere da pochi metri.
Il problema è davanti, non andiamo in gol per la terza partita consecutiva, arriveremo a cinque con due 0-0 nelle due successive trasferte al Sud poi ci sveglieremo e andremo in Serie A agli spareggi, l’attacco scarso non è, sarà il secondo del campionato dopo quello del Bari.
Ricordo anche in diretta questo momento e il pessimismo che aleggiava intorno alla squadra, un mese orribile da fine aprile a fine maggio ma poi venne l’estate e la Serie A, la mia prima promozione da piccolo atalantino.