Atalanta-Fiorentina 2-1

Il portiere fiorentino Griffanti esce in presa

3 maggio 1942 24a Serie A 41/42

Siamo in piena seconda guerra mondiale ma noi nel nostro piccolo siamo in lotta per la salvezza, non vinciamo da più di due mesi e la partita con la Fiorentina diventa quasi decisiva.
Siamo terzultimi e retrocedono in due, abbiamo quattro punti di vantaggio sul Napoli penultimo ma mancano ancora sei giornate alla fine.
La Fiorentina peraltro non è molto meglio di noi, ha giusto due punti in più, quindi vincendo la riagganciamo.
Appena dopo il quarto d’ora in due minuti c’è il botta e risposta, andiamo in vantaggio con Pagliano e la viola pareggia subito.
Si prosegue in parità fino a quando Tabanelli, ormai mancano solo sette minuti al termine, butta dentro un pallone importantissimo.
E’ e sarà il suo unico gol stagionale ma ha scelto perfettamente quando farlo, Tabanelli è un centrocampista di forza e sostanza, scriverà trenta anni dopo la nostra storia sedendo sulla nostra panchina nella vittoriosa finale di Coppa Italia con il Torino.
Finisce 2-1 e con questi due punti scavalchiamo il Livorno che ha perso e raggiungiamo la Fiorentina a 21 punti, cinque punti di vantaggio sulla penultima che nel frattempo è diventato il Modena, la salvezza si è molto avvicinata ma arriverà in modo molto sofferto e per un solo punto, il Napoli ci arriverà appunto a una sola lunghezza anche perché faremo solo tre punti nelle sei rimanenti partite, pochi ma sufficienti per restare in A.

Mario Pagliano quattro gol nella Serie A 41/42
Paolo Tabanelli un gol nella Serie A 41/42