Atalanta-Lazio 5-0

2 maggio 1948 32a Serie A 47/48

E’ tuttora la nostra vittoria più netta contro la Lazio eppure il primo tempo termina a reti bianche senza neppure grosse occasioni per entrambe le squadre, noi siamo con la seconda maglia come spesso accadeva all’epoca.
Nella ripresa sale però in cattedra il nostro mediano basso Todeschini, molto simile a Daniele Fortunato per meglio comprendere le sue caratteristiche, che comincia con le sue giocate a creare occasioni.
Dopo tre minuti serve Randon che crossa, il furetto Fabbri controlla e segna, passano cinque minuti e sempre Todeschini serve Schiavi per il raddoppio.
Altri cinque minuti e Todeschini si prende un attimo di riposo, è Fabbri a crossare, il difensore scivola (il terreno è scivoloso per la pioggia) e Korostelev segna da due passi.
Non siamo nemmeno al quarto d’ora della ripresa e la partita è chiusa, arriva la doppietta di Astorri servito in entrambi i casi di Korestelev.
Finisce con una manita, il protagonista è Todeschini che con la propria tecnica e creatività ha creato dal nulla i primi tre gol, curiosamente a fine carriera si dedicherà alla scultura creando capolavori come faceva in campo.

Edmondo Fabbri otto gol nella Serie A 47/48
Vittorio Schiavi due gol nella Serie A 47/48
Julius Korostelev cinque gol nella Serie A 47/48
Mario Astorri nove gol nella Serie A 47/48