Atalanta-Avellino 2-0

Stadio Comunale
6 aprile 1986
27a Serie A 85/86

E’ la vittoria della tranquillità, dopo l’impresa di Verona una doppietta di Stromberg sistema il conto con l’Avellino.

Ce n’è per tutti, stampa e Club Amici

L’anno prima Glenn aveva segnato il gol del momentaneo 3-0 del famoso 3-3, gol storico in quanto il primo in maglia atalantina in campionato.

A inizio partita una serie di ambiziosi striscioni verso il presidente Bortolotti (padre, ricordiamolo) l’anno dopo andremo in Serie B ma pure in Europa

Il primo gol dopo soli quattro minuti di testa (forse la tocca pure un difensore).

Stromberg 1-0

Il raddoppio all’ultimo minuto con gli ospiti sbilanciati in avanti alla ricerca del pareggio.

Stromberg 2-0

L’Avellino prende due traverse, la prima clamorosa, ma non riesce a rimontare, finisce 2-0 e l’intervista all’ex Agostinelli certifica la nostra esclusione dalla zona retrocessione.

Sgomita il protagonista della partita, sullo sfondo la Gradinata strapiena come al solito

Il solito sincero Glenn invece ammette tranquillamente che il primo gol è “di fortuna” non sapendo nemmeno se è suo.

Altra panoramica sugli striscioni ambiziosi (magari un pò artigianali)
Glenn Stromberg cinque gol nella Serie A 85/86