Lazio-Atalanta 0-0

Pizzaballa pronto all’uscita, si gioca al Flaminio

30 maggio 1965 33a Serie A 64/65

Penultima giornata, è uno scontro diretto per la salvezza ma in effetti con un pari noi ci salviamo mentre alla Lazio il punto può andar bene ma dipende pure da altri risultati.
Pioggia battente, si gioca al Flaminio, Lazio con la seconda maglia, i presenti sono poco più di 10.000 ma calorosi con mortaretti e bandiere.
Al quarto d’ora circa però si fa male Umberto Colombo, siamo a inizio anni sessanta e non esistono le sostituzioni, il nostro capitano rimane in campo ma dobbiamo praticamente giocare tutta la partita in inferiorità numerica,
Pizzaballa è padrone della propria area e fa buona guardia.

Pizzaballa esce di pugno

Anche noi comunque ci facciamo vedere davanti ma le nostre caratteristiche stagionali sono ben chiare, siamo il peggior attacco del campionato ma pure la quarta difesa.
Infatti portiamo a casa il pari a reti bianche senza rischiare più di tanto, negli ultimi minuti in base ai risultati degli altri campi pure la Lazio non rischia più e il pareggia regala a entrambe le squadre la matematica salvezza.