Milan(o)-Atalanta 0-3

Il nostro portiere Lanfranco para con un grande riflesso, a terra con il numero tre il terzino Citterio.

16 marzo 1941 23a Serie A 40/41

Passiamo a San Siro, è la vittoria più larga a casa loro che abbiamo appena replicato ottanta anni dopo esatti.

Trasferta a Milano ? Questi i prezzi

Al nostro secondo campionato di Serie A siamo molto più forti della prima esperienza ,arriviamo sesti e vinciamo ad esempio andata e ritorno con i rossoneri che nell’edizione (purtroppo) fascista hanno comprato una vocale diventando Milano.

I rossoneri prendono due pali nei primi dieci minuti ma poi al ventesimo da Gaddoni a Fabbri che arriva in area e viene atterrato, il rigore viene definito dalla stampa “inevitabile” e trasformato dal terzino Ciancamerla, il nostro specialista.

i tre gol dell’Atalanta e l’articolo di De Vecchi, il maggiore notista sportivo dell’epoca ex giocatore del Genoa e della Nazionale

Nel secondo tempo bomber Gaddoni prima si mangia il raddoppio ma poi lo realizza con un’azione personale a metà frazione e nel finale l’imprendibile Topolino Fabbri con un contropiede concluso con un preciso diagonale sigla lo 0-3 finale.
Il pubblico milanese applaude l’Atalanta che si è rivelata più forte sul campo, il tutto nonostante l’assenza di Pagliano, il rientro di Corbelli si è sentito, Cominelli il solito infaticabile lavoratore del centrocampo, sicuro come sempre in porta l’acrobatico Lanfranco.

Edgardo Ciancamerla tre gol nella Serie A 40/41
Giovanni Gaddoni sette gol nella Serie A 40/41
Edmondo Fabbri cinque gol nella Serie A 40/41