1937/1938: arrivano i genovesi

I social non esistono ma ci sono i bar per spargere voci incontrollate, si comincia con il timore della cessione della stella Bonomi richiesto dalla Lazio (che vorrebbe pure Salvi), in effetti un emissario biancoceleste viene davvero a Bergamo, l’Atalanta pensando di stroncare subito la cosa chiede la spaventosa cifra di trecentomila lire per Bonomi e trecentomila per Salvi; contrariamente alle aspettative il laziale non tentenna per cui si dichiarano “incedibili” tutti i nostri giocatori.

Leggi tutto